Seleziona una pagina

Tunisia

L’economia algerina: agricoltura in Tunisia.

Tunisa in pillole

La Tunisia ha sempre presentato caratteristiche ideali per gli investitori italiani, grazie alla vicinanza geografica, ad una normativa locale per favorire gli investimenti e dal costo molto competitivo dei fattori di produzione. La Tunisia rappresenta un ponte per l’Italia sul Mediterraneo, una piattaforma produttiva naturale per le imprese italiane impegnate a diversificare le proprie attività e penetrare nuovi mercati nel Maghreb, Africa subsahariana e Golfo.

I vantaggi comparati della Tunisia per le nostre imprese sono costituiti dalla prossimità geografica con importanti mercati in Europa e Africa, la manodopera qualificata e la presenza di filiere produttive competitive ad alto valore aggiunto (in particolare per tessile, aeronautico, automotive e telecomunicazioni).

L’Italia è il secondo partner commerciale della Tunisi con interscambio bilaterale nel 2017 attorno ai 5,6 miliardi di euro, e un saldo in attivo. Siamo il secondo cliente e il primo fornitore della Tunisia, con una quota di mercato del 15,5%.

La filiera dell’Agroalimentare rappresenta uno dei settori industriali motori dell’economia tunisina. Essa occupa un posto rilevante nel tessuto industriale e rappresenta il terzo settore manifatturiero in termini di posti di lavoro, come evidenziato dai dati sotto riportati:

• più di 1 060 imprese di cui 201 sono totalmente esportatrici;
• 2 048,8 MTND di esportazioni nel 2014;
• 60,4 MTND di flussi d’investimento diretto estero realizzati nel 2014.

La Francia, l’Italia e i Paesi Bassi sono i principali paesi investitori in Tunisia.
il 1o paese esportatore mondiale d’olio d’oliva per la campagna 2014/2015.
il 1o paese esportatore mondiale di datteri per la campagna 2014/2015.

La Tunisia ha sviluppato fortemente le sue competenze nell’agricoltura biologica. Essa è
il 2° paese esportatore dell’Africa di prodotti biologici. Questa produzione riguarda
essenzialmente l’olio d’oliva, i datteri, i legumi, le piante aromatiche e medicinali e le viti.
Circa l’80 % dei prodotti biologici tunisini vengono esportati.
La Tunisia esporta oltre 60 prodotti biologici verso i 5 continenti.
Oggi esistono in Tunisia enti di certificazione e di controllo come ECOCERT, IMC,
LACON, Demeter che servono numerose filiere specifiche della coltura biologica tra cui
l’olivicoltura, l’arboricoltura fruttifera e forestale, le colture orticole e foraggiere…
Gli incentivi specifici all’agricoltura biologica sono stati portati avanti ed attuati dal governo
tunisino per incoraggiare lo sviluppo e il miglioramento del rendimento di questa filiera.

La Tunisia dispone di risorse umane qualificate, competitive e dalle grandi performance a tutti
i livelli. Sempre per adeguarsi e venire incontro alle esigenze e ai bisogni dell’impresa, esse
rappresentano un ricco vivaio di talenti e costituiscono uno dei vantaggi maggiori del paese
con il loro multilinguismo, la loro capacità d’adattamento e creatività.
La disponibilità di una risorsa umana con know how confermato permette alla Tunisia di essere
situata bene in termini di competitività-costo.
I comparti dell’agricoltura, della selvicoltura e della pesca così come delle scienze veterinarie
costituiscono una fonte certa di competenze con più di 1 200 diplomati tunisini all’anno.

Mercato di destinazione per l'export italiano

Mercato di destinazione dell’export Italiano in Medio Oriente e Nord Africa

Incremento potenziale dell'export italiano entro il 2020 (€)

%

Import Italiano 2016

Settore primario

Accanto all’infrastruttura aeroportuale, marittima, stradale e delle telecomunicazioni dove
la Tunisia figura fra i paesi più moderni in Africa, si aggiunge anche l’infrastruttura
tecnologica di qualità dedicata all’agroalimentare.
Il Tecnopolo Agroalimentare di Bizerta, “AGRO’TECH”, che si estende su 45 ettari,
ha il compito di animatore-coordinatore del settore agroalimentare tunisino e completa diversi
enti ed istituzioni già esistenti.
Questa rete conta 31 partner (23 Tunisini e 8 esteri) ed un nucleo di industriali composto
di 102 imprese.
Inoltre, la Tunisia si è dotata di centri di ricerca e di numerose strutture a sostegno
dell’investitore quali l’Agenzia di Promozione dell’Investimento Estero (FIPA – Tunisia), l’Agenzia
di Promozione degli Investimenti Agricoli (APIA), il Centro Tecnico dell’Agro-Alimentare
(CTAA), il Centro Tecnico dell’Agricoltura Biologica (CTAB), la Federazione Nazionale
dell’Agroalimentare (FENAAL), il Consorzio delle Industrie di Conserve Alimentari (GICA)

Il Codice degli Incentivi all’investimento in Tunisia prevede:
• Il pagamento dell’imposta ad un tasso ridotto del 10 % per i redditi d’esportazione
e per i progetti agricoli;
• Sovvenzioni all’investimento concesse per lo sviluppo agricolo;
• una presa in carico da parte dello Stato delle prestazioni padronali e delle spese
d’infrastruttura nelle zone di sviluppo regionale;
• l’investimento si effettua attraverso una semplice dichiarazione;
• la possibilità di detenzione dell’investitore estero fino al 100 % del capitale
del progetto senza autorizzazione;
• un premio del 7 % per le attività di prima trasformatione di prodotti agricoli e di pesca
e del loro condizionamento;
• premi concessi per sostenere lo sviluppo regionale che possono raggiungere fino
al 25 % per alcune zone d’insediamento e 30 % per l’agricultura biologica;
• la possibilità d’investire per gli investitori esteri nel settore agricolo nell’ambito dell’azienda attraverso l’affitto di terreni agricoli

 

Investire nell’industria agroalimentare, uno degli anelli forti dell’economia locale, vuol dire
cogliere le molteplici opportunità nelle seguenti attività:
• la produzione di prodotti biologici
• il condizionamento e l’imbottigliamento dell’olio d’oliva
• il condizionamento di frutta e legumi, le semi-conserve
• i prodotti surgelati
• i piatti pronti e semi-pronti
• le conserve (pomodori, sardine, salsa harissa,…)
• il trattamento dei prodotti ittici e la valorizzazione del pesce azzurro
• l’allevamento di pesci e di crostacei
• i pomodori secchi
• gli oli essenziali

Gli altri paesi

Visita la scheda informativa dei paesi da noi rappresentati.

Algeria

Curabitur placerat leo leo, id ultrices

Marocco

Curabitur placerat leo leo, id ultrices

Libia

Curabitur placerat leo leo, id ultrices

Newsletter

Rimani aggiornato sulle possibilità di sviluppo

Sede

Italia: Corso Cavour, 39 Foligno | Italia
Tunisia: Avenue de la Bourse – Berges du Lac 2 - Tunis 1053.

(+39) 349 542 2585 - (+39) 0742 340 906

info@hubagroalimentare.it

Lascia un messaggio