Seleziona una pagina

Marocco

L’economia marocchina: agricoltura in Marocco.

Marocco in pillole

Attraverso il PIL conosciamo i settori economici del Marocco e per quali prodotti si caratterizza come leader di mercato. L’economia del Marocco ha una crescita media del +4% negli ultimi anni.

Con un Prodotto Interno Lordo di 104 miliardi di dollari e un PIL Pro Capite di 3 miliardi di dollari, i settori dell’economia marocchina si suddivide nel seguente modo. Il 13% del PIL è rappresentato dal settore primario, il 29,7% dal secondario, mentre il terziario si aggiudica il 57,3%

Il settore agroalimentare in Marocco produce il 13,2 % del PIL nazionale ed occupa il 40% della forza lavoro. I prodotti alimentari principali sono: cereali (frumento, orzo), agrumi (arance, clementine), olive, frutta (uva, mandorle, mele, albicocche…), ortaggi (barbabietola da zucchero, patate, pomodori), legumi, carni ovine e bovine, pesce, vino. La produzione nazionale è estremamente variabile perché altamente influenzata dalle precipitazioni atmosferiche, difatti non copre il fabbisogno totale del Paese, anche durante gli anni positivi. Secondo le stime del Ministero marocchino dell’Agricoltura e della Pesca, il settore agricolo ha ottenuto buoni risultati durante la campagna 2015-2016 grazie alla crescita congiunta dei rendimenti e delle superfici coltivate per quanto riguarda le colture a lungo ciclo vegetativo. In particolare la produzione dei cereali ha battuto tutti i record precedenti con 116,8 milioni di quintali raccolti (durante la stagione precedente 2014-2015, infatti, erano stati raccolti 110 milioni di quintali).

Tramite l’adozione del “Plan Maroc Vert” , il Marocco dichiara la propria volontà di cambiamento totale dell’attuale impostazione dell’agricoltura. Il piano è finalizzato all’ammodernamento del settore, con investimenti annuali dell’ordine di 1 miliardo di euro, per 1.506 progetti finora attuati (cui contribuiscono anche la Banca Mondiale, la Banca Africana di Sviluppo e l’Unione Europea). La strategia governativa di sviluppo del settore agricolo si prefigge di passare da 7 a 10 miliardi di euro di fatturato annuo. Si prospettano quindi nuove opportunità per la meccanizzazione agricola prodotta in Italia, terzo fornitore del Marocco, dietro Stati Uniti e Francia, considerando che attualmente solo il 20% dei terreni agricoli viene lavorato con tecnologia moderna.

Petrolio e gas naturale sono le principali ricchezze del sottosuolo algerino. Con una produzione di 588 milioni di barili all’anno, nel 2003 il paese occupava il diciassettesimo posto nella produzione mondiale di petrolio greggio e il quinto posto in quella di gas naturale (82,4 miliardi di m³). I giacimenti petroliferi e di gas naturale iniziarono a essere sfruttati a partire dalla metà degli anni Cinquanta del XX secolo. Importanza non secondaria rivestono anche i depositi di fosfati e i giacimenti di ferro, carbone, piombo e zinco.

Mercato di destinazione per l'export italiano

Mercato di destinazione dell’export Italiano in Medio Oriente e Nord Africa

Incremento potenziale dell'export italiano entro il 2020 (€)

%

Import Italiano 2016

Settore primario

Grazie a un terreno ricco e fertile, per il Marocco quello agricolo resta un settore predominante della sua economia. Infatti circa il 40% della popolazione attiva ha un impiego nel mercato agricolo o ittico.

In quest’ambito il Marocco si distingue per la produzione di ortaggi, cereali, agrumi, olive, frutta, vino, legumi, carni ovine e bovine. Dai dati dell’Istituto Statistico Europeo, il Marocco è leader nelle esportazioni di ortaggi, in particolar modo del pomodoro verso l’Unione Europea.

Con un vasto spazio marittimo è uno dei paesi più pescosi al mondo ed è il primo esportare mondiale di sardine.

Gli altri paesi

Visita la scheda informativa dei paesi da noi rappresentati.

Tunisia

Algeria

Libia

Newsletter

Rimani aggiornato sulle possibilità di sviluppo

Sede

Italia: Corso Cavour, 39 Foligno | Italia
Tunisia: Avenue de la Bourse – Berges du Lac 2 - Tunis 1053.

(+39) 349 542 2585 - (+39) 0742 340 906

info@hubagroalimentare.it

Lascia un messaggio